Recensione – “Lo Specchio di Nadear” di Andrea Venturo

Non si dice mai di no ad un libro fantasy, soprattutto se si tratta di un bel fantasy italiano.

Lo Specchio di Nadear” di Andrea Venturo è un miscuglio perfetto di azione, avventura e mistero. Una storia affascinante condita in maniera equilibrata da quelle giuste dosi che solitamente un lettore cerca in un romanzo: descrizioni dettagliate, trama affascinante, dialoghi fluidi e worldbuilding interessante, soprattutto trattandosi di un fantasy.

TRAMA:
Il giovanissimo Conrad ha il primo vero incarico da adulto: viaggiare sino a Nadear, dove lo attende la merce per rifornire la fattoria in cui vive con il padre. Insieme a La-Wonlot e Diana, i tre affiatati compagni dovranno affrontare la realtà di un mondo ove nulla è ciò che sembra.

La trama di questo libro può sembrare un qualcosa di già visto, qualcosa di ordinaria amministrazione, ma basta superare il primo capitolo per capire che di “semplice” – qui dentro – non c’è nulla. Il mistero è sin da subito presente all’interno del romanzo e la presenza di un personaggio misterioso, di questa “voce fuori campo” che agisce diversamente dai tre ragazzi, riesce a catturare il lettore in poche e semplici mosse. Raggiunta Nadear, Conrad e i suoi amici dovranno fare i conti non solo con un ladro che ha messo a soqquadro la città, ma anche con un passato che non sembra poi così passato. Quello che infatti può sembrare solo un furto (e che furto!), si trasforma in un verso colpo di scena, che ribalta le sorti della storia e riporta alla luce vecchi conflitti.

Lo Specchio di Nadear” è un fantasy particolare, che a tratti ricorda un giallo: c’è un mistero da scovare, un ladruncolo da smascherare e dei piccoli eroi che non avranno paura di mettersi in gioco per affrontare il mondo degli adulti. Conrad, La-Wonlot e Diana si ritroveranno in una missione particolare, da cui ne usciranno sicuramente con maggiore maturità.

L’autore, Andrea Venturo, riesce benissimo a descrivere ogni scena, luogo e passaggio, alternando il testo a dialoghi che non lasciano mai nulla al caso. Oltre alla trama, è sicuramente ciò che mi ha colpito di più. Non tutti gli scrittori riescono a saper dosare bene e in maniera equilibrata, all’interno della struttura narrativa, sia descrizioni che dialoghi, tanto da non appesantire la lettura. “Lo Specchio di Nadear” si legge davvero tutto d’un fiato e in questo non ha nulla da invidiare ai grandi romanzi fantasy più conosciuti.

La penna dello scrittore è davvero magica. Mi sono completamente lasciata trasportare nel mondo che ha creato, immergendomi nell’avventura senza distogliere mai l’attenzione o perdere la concentrazione sulle vicende narrate. A volte basta poco per distrarsi, eppure  “Lo Specchio di Nadear” non te ne dà per niente l’occasione.

L’unica nota dolente, per quanto mi riguarda, è l’assenza di maggiori dettagli riguardanti i protagonisti. Le informazioni su di loro si scoprono man mano che si prosegue a leggere,  ma quello che si viene a conoscere non è mai rilevante come si vorrebbe. Finisce quasi sempre per mancare un punto che colleghi tutti gli altri e che sicuramente avrebbe reso il libro, nella sua interezza, completo sotto ogni punto di vista.

Una delle parti più belle di tutto il volume è quella dell’Appendice, alla quale non vedevo l’ora di dedicare qualche riga. Non solo per la presenza di un glossario, decisamente necessario in un contesto fantasy, ma anche per l’aggiunta di dettagli che l’autore fornisce e che vanno ad impreziosire tutto il racconto. Ultima, ma non per importanza (assolutamente non per importanza, visto che mi ha letteralmente conquistata!), la ricetta dei Carzelloddi Verdeoro proveniente direttamente dal ricettario di Luigi Scaldapentole. Se non sapete di cosa sto parlando, non posso fare altro che mandarvi (e di corsa, anche!) ad acquistare il romanzo di Andrea Venturo. Poi forse ne riparleremo!

Per concludere, direi che consiglio “Lo Specchio di Nadear” a tutti gli appassionati del genere, a chi vuole addentrarsi per la prima nel fantasy (tutto italiano, ci tengo a precisare), a chi cerca una storia “leggera” e scorrevole, che però ha tanto da insegnare: la storia di Conrad, La-Wonlot e Diana, che io non vedo l’ora di seguire nella prossima missione!

Grazie infinite all’autore per avermi permesso di leggere il suo romanzo. Ho scoperto un mondo fantastico decisamente al di sopra delle aspettative.

Editore: Myth Press
Genere: Fantasy
Data di pubblicazione: 10/12/2019
Pagine: 232
Prezzo (ebook/cartaceo): 3/16 euro

Link per acquistarlo: AMAZON

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...